Impariamo a leggere le etichette alimentari

Un primo passo per una corretta alimentazione lo possiamo fare al supermercato, imparando a leggere le etichette alimentari.
Dal 2011 è in vigore una normativa europea che stabilisce tutte le caratteristiche delle etichette dei prodotti alimentari, rendendole esaustive, semplici ed universali.

Vediamo i punti chiave da conoscere per scegliere un prodotto più valido rispetto a uno meno valido.

  1. Ricchezza di informazioni: se le informazioni riportate sono  tante, significa che il produttore sta dando un segnale di volontà di trasparenza.
    Oltre a quelle obbligatorie il produttore può indicare le certificazioni di qualità, il metodo di produzione o un numero verde per dare assistenza ai consumatori.
  2. Elenco ingredienti: obbligatorio per legge. L’ordine di esposizione è decrescente per quantità: il primo è il più presente.
    Leggete la lista degli ingredienti come se fosse una classifica. Ad esempio se il prodotto è una crema di nocciole ma il primo dell’elenco è lo zucchero, allora significa che la quantità di zucchero è sicuramente eccessiva considerato che supera la quantità della categoria merceologica stessa.
    Attenzione però a non essere tratti in inganno. Per capire la quantità totale di certi alimenti in quel prodotto non dovete solo verificare la posizione nell’elenco ma anche se ci sono altri ingredienti della stessa categoria.
    Ad esempio gli zuccheri: se nell’elenco sono riportati diversi zuccheri come saccarosio, sciroppo di glucosio, fruttosio, etc vuol dire che gli zuccheri totali sono dati dalla loro somma. E questo potrebbe far passare la categoria zuccheri come ingrediente più abbondante dell’elenco.
  3. Additivi: inseriti nell’elenco degli ingredienti e di solito appaiono per ultimi. Presenti per legge nella maggior parte degli alimenti rappresentano quelle sostanze usate come conservanti, coloranti, emulsionanti, antiossidanti, correttori di acidità, esaltatori di sapore, etc.
    In linea generale, possiamo dire che minore è l’utilizzo degli additivi, più naturale e preferibile è il prodotto.
  4. Tabella nutrizionale: non ancora obbligatoria, indica l’apporto energetico (Kcal) e le percentuali di grassi, acidi grassi saturi e insaturi, carboidrati, proteine, zuccheri semplici, fibre e sodio riferiti a 100 g o 100 ml di prodotto (o porzione).
    Esempi: senza calorie, a basso contenuto di grassi, senza grassi, senza zuccheri, etc.
    La dicitura “senza zucchero”, per esempio, può trarre in inganno molte persone perché di per sé non è garanzia di assenza di sostanze dolcificanti. In questo caso meglio la dicitura è “senza zuccheri aggiunti”.
  5. Denominazione commerciale: informazioni relative alle condizioni fisiche e alle caratteristiche del prodotto o al trattamento che ha subito.
    Esempio: L’olio extravergine d’oliva è da preferire all’olio d’oliva, il latte fresco pastorizzato al latte pastorizzato.
  6. Denominazione protetta: denominazioni di origine riconoscite dall’unione europea.
    Esempio: DOP (denominazione d’origine protetta), IGP (indicazione geografica protetta) e STG (specialità tradizionale garantita).
    Sono una garanzia di qualità del prodotto, perché ci assicurano che l’alimento proviene da una specifica zona e che è prodotto secondo un determinato disciplinare.
  7. Termine/data di scadenza:  una delle informazioni che guardiamo con maggior scrupolo e tendiamo sempre a scegliere prodotti con tempi di scadenza più lunghi.
    I prodotti con tempi di scadenza più stretti indicano un minor contenuto di conservanti e sono quindi da preferire.
  8. Modalità di conservazione: si trova solo sui prodotti che necessitano di particolari accorgimenti (ad esempio il latte).
  9. Lotto di produzione: informazione obbligatoria e fondamentale per la rintracciabilità del prodotto.
    Ad esempio serve in casi di situazioni che prevedono il ritiro o il richiamo del prodotto dal mercato.

 

 

Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *