Corsi di cucina firmati da “La Cucina Italiana”

Fonte: lacucinaitaliana.it

Sono aperte le iscrizioni per un interessante corso di cucina organizzato dalla Scuola de La Cucina Italiana.
Attiva a Milano dal 1988 la Scuola de La Cucina Italiana promuove la cultura della cucina italiana in Italia e nel mondo.
Si tratta di un corso non troppo difficile e indirizzato a chi vuole divertisi e imparare ricette semplici e veloci.
Il corso dura 4 giorni e ogni giorno verrà preparato un menù completo di 2 antipasti, 1 primo, 1 secondo ed 1 dolce. I menù del corso sono stati pensati per soddisfare tutti, dagli amanti del classico ai gourmet, fino ai vegetariani e sempre con un occhio di riguardo sugli sprechi.
Il corso si svolgerà a Milano dal 1 al 4 febbraio e prevede un numero minimo di 10 iscritti. Il prezzo varierà in funzione del numero di parteciapanti (dai 300 ai 390 euro).

Per maggiorni info sul corso e sulla modalità di iscrizione consultate il sito della Scuola de La Cucina Italiana.

Facebook: https://www.facebook.com/LacucinaitalianaScuola
Twitter: @ScuolaLci

corso_cucina

Street Food all’italiana

Street Food all’italiana, Giunti Editore 2014

Qualche giorno fa in libreria mi sono imbattuto su questo libro, e l’ho trovato davvero interessante e ben fatto.
L’argomento principe del libro è il cibo di strada o Street Food italiano.
Riviste, eventi dedicati e grandi chef propongono sempre più spesso la cultura dello Street Food.
In Italia abbiamo un enorme patrimonio gastronomico a partire dalle Alpi fino alla Sicilia e questo libro porta nelle nostre cucine oltre 55 ricette di cibo di strada raccolte con un meticoloso ed originale lavoro dei due autori Clara e Gigi Padovani (definiti la “coppia fondente del food writing italiano”).
Una cosa molto originale ed interessante del libro sono le interviste multimediali registrate dagli autori durante il loro viaggio.
I contenuti multimediali sono fruibili attraverso Tablet e SmartPhone grazie ai codici QR code riportati nelle pagine del libro.

Per approfondimenti vi invito a leggere il sito ufficiale streetfooditalia.it
Mentre per l’acquisto giunti.it

StreetFoodItaliana

Dolci di carnevale

Il termine carnevale deriva dal latino “carnem levare” (eliminare la carne), ed è una festa della tradizione cristiana che si tiene subito prima della Quaresima (periodo di astinenza e digiuno).
Il carnevale è sicuramente la festa dei peccati di gola. I dolci di carnevale sono tantissimi e diversi regione per regione ma hanno tutti in comune il metodo di cottura, la frittura.
Ogni anno dopo l’Epifanina panifici, pasticcerie, supermercati, ristornati sfornano dolcetti prelibati.
Tra i più conosciuti ci sono:

  • Le sfrappole (in Vento galani, in Trentino grostoli, in Piemonte bugie): fatti di farina, uova, zucchero, burro e tirati sottilissimi prima di immergerli nell’olio bollente. Vengono serviti spolverati di zucchero a velo.
  • Le castagnole (chiamate anche favette): fatti di farina, uova, zucchero, burro. L’impasto viene lavorato formando delle piccole palline da immergere nell’olio caldo. Vengono serviti cosparsi di zucchero. Delle castagnole esiste anche la versione con il ripieno di crema pasticcera.
  • Le frittelle (frìtola in veneziano). la cui origine è Venezia. La versione veneziana prevede che siano palline di 4 cm vuote, ma ne esistono di vari tipi: quelle ripiene di crema allo zabaione, crema pasticcera, cioccolata e qualle con uvetta passa. Vengono servite spolverate di zucchero a velo.
  • Le zeppole napoletane: di forma circolare e preparate con farina, zuccchero, uova, burro, olio d’oliva e crema pasticcera. Le zeppole vanno guarnite con lo zucchero a velo e le amarene sciroppate.

Dove magiare i dolci di carnevale più buoni? Dalla nonna e dalla mamma !

Se posso consigliarvi qualche ricetta: le 10 migliori di sale&pepe

galani

Salon du Chocolat a Milano

Dal 13 al 15 Febbraio arriva a Milano Salon du Chocolat, fiera parigina che da 20 anni celebra il cioccolato.
Stiamo parlando dell’evento sul cioccolato più importante al mondo. Alla manifestazione saranno presenti maitre chocolatier, pasticcieri, produttori ed esperti del settore. Il tutto per promuovere e valorizzare il cibo degli Dei.

Tra i protagonisti di questo imperdibile evento saranno presenti: Domori, Venchi, Gobino, Lindt, Amedei, Marou, Bellanger, Odilla e moltri altri.
Fra gli artigiani non mancherà Davide Comaschi, vincitore del World Chocolate Master di Parigi nel 2013.

I tre giorni della manifestazioni sono stati così organizzati:

  • 13 Febbraio: sarà la giornata delle Famiglie. Giornata aperta a tutti e pensata per i piu piccoli con laboratori, degustazioni e tatnti gadget.
  • 14 Febbraio: (San Valentino) sarà la giornata degli innamorati con eventi e show a tema.
  • 15 Febbraio: sarà la giornata dedicata a tutti i professionisti del settore. La giornata sarà dedicata ad incotri con le aziende e ai workshop formativi e di approfondimento.

“9 persone su 10 amano il cioccolato. La decima mente”, John Tullius.

Salon_du_Chocolat

Kit per orti tematici

Se avete un balcone e volete cimentarvi in un piccolo orto vi consiglio i Kit tematici di Grow the Planet.

Grow the Planet, nato nel 2013, è stato il primo social network dedicato agli orti urbani. Il tutto è nato per diffondere nelle persone la cultura di un’alimentazione più sana e naturale. Lo scopo infatti, è quello di coinvolgere le persone a creare un proprio orto e a condividerlo sul sito di Grow the Planet dove si possono avere consigli e informazioni sui tempi di semina e di raccolta, sulle cure richieste da ogni tipo di prodotto, sulla tecniche di irrigazione e potatura….
Un vero e proprio social network sugli orti con la possibilità di vedere le persone con orti che abitano vicino a te.

La cosa più particolare e curiosa sono questi 3 kit per orti tematici sul sito:

  • L’orto per la pasta: come dice il nome è un kit per coltivare il necessario per condire una pasta (cipolle, pomodori di San Marzano,  peperoncino, basilico e origano).
  • L’orto per le conserve: in questo caso il kit contine i semi per coltivare cipolle, zucchine, pomodori di San Marzano, peperoni e melanzane.
  • L’orto degli aromi: il kit per le erbe aromatiche come il basilico, erba cipollina, origano, prezzemolo e timo.

All’interno di ogni Kit si trova una piccola serra, le istruzioni, i contenitori alveolati per la semina, i semi e un codice per registrare il proprio orto sl sito per essere guidati nella coltivazione, giorno dopo giorno, attraverso istruzioni, consigli, trucchi e segreti.

GrowThePlanet

 

Atlante Slow Food

Nuova edizione per l’atlante di Slow Food, datato Ottobre 2015.
Un viaggio gastronomico di tutte le regioni d’Italia alla scoperta di formaggi, salumi, paste, pane e dolci.
Nel volume di 704 pagine vengono descritte le origini, le particolarità, e le caratteristiche dei migliori prodotti gastronomici del nostro paese.
Come in ogni atlante che si rispetti troverete cartine e classificazioni che rendono la consultazione semplice e chiara.
Le informazioni come ci ha sempre abituato Slow Food sono più che precise.

Per info e acquisti: www.slowfoodeditore.it

AtlanteSlowFood_2015